A te piacciono gli spaghetti di riso.

Cosa resta se non il profumo di casa quando lento ad occhi bassi ti allontani da me come se dovessi tornare dopo un’ora. Cosa resta se non l’eco di parole per troppo tempo trattenute e detonate come in un’enorme esplosione emotiva. Cosa resta se non il suono lontano delle risate, così tante che mi basteranno…

La consapevolezza, gli spaghetti e la casa del tartufo.

Liberazione. Questa sembra essere la parola giusta per definire questo momento. Ho atteso che quello che fino ad ora mi ha reso fallibile e impaurita avesse un nome, e adesso ce l’ha. Non è un bel nome, questo è certo, ma sempre meglio del nome che volevano dargli. Adesso si ricomincia: si raccolgono le forze,…

E poi arriva la caloria che tutto il freddo si porta via!

Non amo molto la salsiccia, il salame, il lardo, la pancetta. Vabbè facciamo prima a dire che non adoro il sapore del grasso di maiale e so che per molti potrei essere accusata di eresia.Quando viene il freddo però i piatti ipercalorici scaldano il cuore ( e non solo) e non riesco a dire di…

Chi non muore si rivede!

Scusate l’assenza prolungata ma ho dovuto prendermi cura della mia vita. Ho capito che trascurarla per combattere i mulini a vento non ti porta alla felicità. Sono le cose semplici che contano, quelle che troppo spesso ho dato per scontato. SPAGHETTI INTGRALI AL SUGO SEMPLICE DI POMODORINI, ALICI E BASILICO: Spaghetti integrali; Pomodorini; Alici sott’olio;…

Pomodori secchi morti alla fermata del trans.

ORECCHIETTE CON POMODORI SECCHI: Orecchiette; Pomodori secchi; Aglio tritato; Basilico in foglie; Origano secco tritato; Olio; Sale. Per le dosi regolatevi in base al numero di commensali. Scolare i pomodori secchi sott’olio e tagliarli a listarelle. Scaldare un filo d’olio in una padella; aggiungere l’aglio tritato e far colorire leggermente. Unire i pomodori secchi e…

La domenica e il profumo di farina.

Le domeniche soleggiate d’inverno, i pranzi da mia nonna e l’odore della pasta appena stesa. Sono ricordi che ti riempiono la vita. STRANGOZZI UMBRI (noi li chiamiamo strEngozzi): Farina; Acqua; Sale. Per le quantità regolatevi in base al numero dei commensali. Mescolate la farina con il sale e aggiungete acqua quanto basta per ottenere un…